Progetto Domiciliarità

Progetto Domiciliarità

Il progetto di Dimiciliarità, inizialmente finanziato dalla Compagnia San Paolo all’Associazione Mastropietro in partnership con il Sert di Caluso e denominato “Casa tua”, si è sviluppato come progetto domiciliarità in tutti i Sert dell’ASL TO4 con le seguenti finalità:

Area socio-psicologica: realizzazione di interventi diretti al mantenimento, acquisizione, gestione di una situazione abitativa autonoma, per soggetti in carico al SerT e/o inseriti in percorsi terapeutici e riabilitativi dell’Associazione. Promozione e potenziamento delle capacità di autogestione nel quotidiano e nella propria situazione abitativa, contrasto del rischio di istituzionalizzazione e ospedalizzazione, promozione delle autonomie individuali

Area del lavoro di rete: aumentare l’efficacia dell’Associazione nella presa in carico congiunta con il SerT di pazienti con problematiche di dipendenza e in condizione di fragilità sociale, attraverso metodologie di intervento di tipo innovativo, orientate ad una presa in carico domiciliare e di rete

Area della ricerca-azione: aumento della competenza dell’Associazione e del SerT nella realizzazione e gestione di interventi prevalentemente domiciliari, per l’autonomia abitativa degli utenti coinvolti, attraverso la raccolta ed elaborazione di dati relativi all’attività realizzata ed individuazione di fattori specifici e aspecifici percepiti come terapeutici daI SOGGETTI COINVOLTI.

Gli obiettivi specifici sono i seguenti:

  1. Sostenere e formare i soggetti dipendenti in situazioni di marginalità sociale, che pur possedendo ancora una propria collocazione abitativa autonoma, si espongono al rischio di diventare homeless con comportamenti attivi o passivi di trascuratezza, abbandono, attacco all’ambiente di vita, tramite un percorso di empowerment individualizzato a partire dalle risorse in possesso e di sostegno alla gestione autonoma della propria abitazione e di condizioni di vita compatibili con l’inserimento o il reinserimento nel proprio tessuto sociale e familiare
  1. Supportare i familiari dei soggetti inseriti nel progetto nella gestione del carico emotivo, valorizzare il loro potenziale di supporto e risorsa per il soggetto, reperire occasioni di socialità e risorse di rete attribuendo loro un ruolo diretto nel progetto di autonomizzazione

 

Laboratori “ALTEREGO”

 

Nell’ambito del servizio di domiciliarità sono attivi i laboratori di ALTEREGO, rivolti all’utenza dei Ser.d di Chivasso e Settimo.

Gli invii vengono effettuati attraverso un prima presentazione del caso da parte del servizio, con il quale si definisce intensità di presenza e modalità di accesso (ad es. necessità o meno di accompagnamento, presenza in più giornate, giornata intera comprensiva di pasto o mezza giornata comprensiva solo di laboratorio).

I locali utilizzati  sono all’ interno del Ser.d di via Don Paviolo,  5 a Settimo Torinese.

Le attività si dividono così:

  • Lunedì 14.30-16.00: gruppo psicoterapeutico rivolto esclusivamente a donne alcooldipendenti;
  • Mercoledì 10.00-16.30: giornata intera comprensiva di pasto condiviso
  • 00-12.30: laboratorio audio-video
  • 30-14.00: pranzo
  • 00-16.30: laboratorio artistico di disegno/pittura;
  • Giovedì 10.00-16.30: giornata intera comprensiva di pasto condiviso
  • 00-12.30: laboratorio fotografia scenografica
  • 30-14.00:  laboratorio artistico creativo