L'Albero della Speranza

Le Botteghe del Possibile

Il Progetto Metafora è nato dall’esigenza da parte di una partnership tra enti pubblici e non-profit di creare un modello di welfare comunitario basato sulla condivisione di intenti e la messa in rete dei vari laboratori facenti capo all’azienda sanitaria locale riguardanti diverse tipologie di utenze.

La necessità di avere un luogo fisico in cui poter rendere tangibile il lavoro compiuto dalle varie utenze ha portato alla creazione di una cordata composta dall’associazione Mastropietro & C. ONLUS in qualità di capofila e della Cooperativa Andirivieni come enti del non-profit e dalla partecipazione dei due consorsi dei servizi socio assistenziali, IN.RE.TE. E CISS38, dell’azienda sanitaria locale TO4 e dei comuni di Cuorgnè e Ivrea in qualità di partner istituzionali.

 

Il progetto ha tre macro-obiettivi:

 

1) L’inserimento sociale di soggetti fragili o in stato di bisogno

2) La creazione di una rete territoriale di laboratori coordinati dall’Azienda Sanitaria Locale che vedranno in due locali, lo spazio fisico in cui poter narrare la loro storia e potenziare la comunicazione degli stessi.

3) Creare una rete coordinata che possa migliorare la rete tra pubblico (comune di Cuorgnè, comune di Ivrea, ASLTO4, Consorzi socio-assistenziali IN.RE.TE. CISS38) e realtà del sociale del Canavese.

Inserite nel progetto due realtà:

  1. Nel comune di Ivrea, il negozio Albero della Speranza (visita il sito cliccando qua)
  2. Nel comune di Cuorgné, “Le Botteghe del Possibile” nasce dal precedente “progetto riuso” (FarFui)